• ricamidivetro

Vetro trasparente, colorato o cristallo?

Domanda importantissima da porsi quando si valuta un oggetto da incidere; di seguito, scoprirete perché!



La scelta del materiale sul quale si andrà a realizzare l'incisione è un passaggio fondamentale e influisce direttamente sulla qualità del risultato finale.

Nella mia esperienza, prima di pensare all'incisione, rifletto molto attentamente su quali oggetti scegliere e quali invece scartare, cercando di individuare i parametri che per me sono importanti.


Quali elementi risultano prioritari nella scelta del materiale?

Posto che vi è una notevole differenza tra VETRO e CRISTALLO, in quanto la luminosità e la brillantezza di quest'ultimo sono un suo tratto distintivo, si riescono comunque a trovare buoni vetri.

Ma come dicevo, ci sono alcuni elementi che mi guidano nella scelta dei vetri.

Uno di questi è lo SPESSORE: tendo a preferire vetri spessi, in quanto sono più resistenti alle vibrazioni prodotte dal trapano incisore.

Osservo che il vetro non presenti grosse IMPERFEZIONI come, ad esempio, deformazioni o cerchi concentrici lungo tutta la superficie, che potrebbero interferire con l'incisione; le piccole bolle che ogni tanto si riscontrano non sono, invece, delle vere imperfezioni, ma sono il risultato della lavorazione del vetro stesso.




Vetro colorato o trasparente? Questa è la domanda!

Un altro elemento centrale è la COLORAZIONE: trasparente o colorato? Senza dubbio, il più ricorrente è il vetro trasparente, ma si possono trovare anche vetri colorati, set di bicchieri, tazzine, vasi...

Cosa è meglio? Che cosa scelgo io? Non posso dire che il vetro trasparente sia meglio di quello colorato e viceversa, ma posso affermare con certezza che sul vetro colorato il nostro lavoro risulta più evidente. In cosa consiste il lavoro di un incisore? Cosa vuol dire incidere? Troverete tutte le risposte in un post in cui mi sono concentrata proprio su questo argomento.

Vorrei aprire qui una piccola parentesi. I VETRI COMUNI, ossia quelli trasparenti, sono composti da silicati di sodio e di calcio. Tuttavia, se si vuole attribuire una colorazione specifica al vetro, in fase di produzione dello stesso, si possono aggiungere metalli e ossidi metallici di vario genere, come il manganese, il selenio, il cobalto, l'ossido di rame, il nichel. In alcuni casi, ho riscontrato una maggiore fragilità nel vetro colorato rispetto a quello trasparente, ma purtroppo anche alcuni oggetti di vetro trasparente mi hanno dato qualche problema. Ho quindi ricondotto queste anomalie, in particolare, allo SPESSORE del vetro: più è sottile e maggiore sarà la sua fragilità, anche se si tratta di un vetro di buona qualità. Per questo motivo, nel tempo, ho imparato a scartare i vetri molto sottili, preferendo quelli più spessi.

Per contro, il vetro trasparente si adatta perfettamente a qualsiasi ambiente e non si vincola all'arredamento; sarà l'incisione, in questo caso, a dettare legge: moderna, vintage, classica. Non perdetevi, quindi, il post in cui spiego come ambientare nel modo migliore il vostro oggetto inciso!



Infine, quando un incisore deve decidere se acquistare un vetro colorato oppure trasparente, deve anche tenere presente che l'oggetto finito dovrà essere fotografato. Quindi, dovrà adottare diversi accorgimenti, a seconda del vetro scelto, per ottenere un buon scatto. Come far risaltare il lavoro dell'incisore in fotografia è un altro tema caldo nel mio lavoro e ve ne parlerò in un post dedicato!



Un altro fattore importante per me è la FORMA, soprattutto quando devo scegliere tra diversi tipi di vasi, ciotole o lanterne. Sono molto attratta dalle forma più particolari e originali, ma è fondamentale che la forma non interferisca negativamente con la funzionalità. Ritengo, infatti, che un oggetto inciso debba essere bello da vedere, ma anche funzionale e utile: un vaso deve poter contenere dei fiori e in una ciotola riporre frutti, caramelle, cioccolatini. Ecco quindi, che al momento di scegliere, sarà proprio la FUNZIONALITA' a guidarmi!

E cosa si può dire del cristallo?

Il CRISTALLO è un materiale più nobile del vetro ed è utilizzato soprattutto per servizi da tavola di pregio e cornici per fotografie. Si tratta di un materiale pesante, sonoro, molto trasparente e rifrangente.

Per quanto mi riguarda, prediligo il CRISTALLO rispetto al VETRO, soprattutto quando devo realizzare incisioni su servizi di calici o flute, ma tutto dipende dalla richiesta del cliente. Ho realizzato un post specifico sulle principali differenze tra cristallo e vetro. Curiosi di scoprire quali siano?

Che si tratti di VETRO o di CRISTALLO, l'importante è osservare con molta attenzione il materiale che si sta per acquistare, cercando di scegliere un buon oggetto di partenza.



Sperando che vi sia stato utile, ci vediamo al prossimo post!! Stay tuned!! ;-)

17 visualizzazioni

2020 www.ricamidivetro.com  -  Il sito è ottimizzato per la visualizzazione su computer  -  Per info o richieste: ricamidivetro@gmail.com